© Associazione Culturale Teramo Heroes 2014 - TERAMO (TE) - C.F. & P.IVA 01915930679
Statuto Statuto Statuto dell’Associazione Teramo Heroes co.MIX and Games ART. 1: Scopi e Durata È costituita, con sede in Teramo, un’Associazione di Promozione Socio-Culturale con il nome di Associazione  Teramo Heroes co.MIX and Games. L’Associazione è un centro di vita associativa, autonomo, pluralista,  apartitico, a carattere volontario, democratico e progressista. Non persegue finalità di lucro. L’associazione Teramo Heroes co.MIX and Games riunisce i cultori del fumetto, dell’illustrazione popolare, dei  giochi da tavolo, dei videogiochi, del cinema di animazione, dello sport, della musica ed ogni forma d’arte, per  promuovere iniziative di valorizzazione e sviluppo di questi mezzi espressivi. Per il raggiungimento delle finalità statutarie l’Associazione Teramo Heroes co.MIX and Games può:  -Organizzare, produrre, allestire e rappresentare concerti, spettacoli e manifestazioni musicali,  enogastronomiche, culturali, ricreative, cinematografiche, rassegne, mostre, festival, conferenze, concorsi, premi,  saggi, musical ed ogni altra forma di spettacolo legato alla diffusione della cultura; -Organizzare e gestire circoli ricreativi, manifestazioni estive e invernali, operando per la promozione e la  diffusione delle attività culturali predisponendo e organizzando mezzi e strutture per lo svolgimento di  quest’ultime, la gestione e l’attivazione di corsi di educazione e insegnamento, laboratori didattici con finalità  culturali, sportive, ricreative e del tempo libero; -Organizzare e promuovere convegni, congressi, tavole rotonde, fiere, meeting in campo culturale, artistico e  sportivo; -Promuovere l’edizione e la diffusione di riviste, opuscoli e comunque ogni pubblicazione connessa all’attività  culturale, artistica, sportiva, educativa e ricreativa; -Gestire strutture pubbliche e private come musei, sale espositive e spazi ricreativi; -Attivare iniziative musicali e culturali, anche in collaborazioni con altri Enti, Associazioni e/o Scuole, nella sfera  dell'aggregazione sociale e del tempo libero, per la diffusione della cultura; -Ingaggiare, assumere e/o scritturare artisti, conferenzieri, esperti o altro personale specializzato estraneo  all'Associazione per il compimento degli obiettivi statutari; - Svolgere qualsiasi altra attività o servizio che si rivelasse utile a promuovere e a diffondere la conoscenza della  cultura nonché tutte quelle operazioni demandate all’Associazione in virtù di regolamenti e disposizioni delle  competenti autorità e degli organi dell’Associazione stessa; Per svolgere la sua attività l’Associazione Teramo Heroes co.MIX and Games può: -Stipulare ogni opportuno atto o contratto, anche per il finanziamento delle operazioni deliberate, tra cui, senza  l’esclusione di altri, l’assunzione di finanziamenti e mutui, a breve o a lungo termine, la locazione, l’assunzione in  convenzione o comodato o l’acquisto, in proprietà o in diritto di superficie, di immobili, la stipula di convenzioni  di qualsiasi genere anche trascrivibili nei pubblici registri, con Enti Pubblici o Privati, che siano considerate  opportune ed utili per il raggiungimento degli scopi dell’Associazione; -Amministrare e gestire i beni di cui sia proprietaria, conduttrice, comodataria o comunque posseduti, anche  predisponendo ed approvando progetti e lavori di consolidamento e manutenzione straordinaria; -Stipulare convenzioni e contratti per l’affidamento in gestione di parte delle attività; -Partecipare e aderire ad associazioni, enti ed istituzioni, pubbliche e private, italiane ed estere, la cui attività sia  rivolta, direttamente o indirettamente al perseguimento di scopi analoghi a quelli dell’Associazione medesima; -Richiedere finanziamenti, accettare sponsorizzazioni e ricorrere ad abbinamenti pubblicitari per il sostegno  finanziario delle finalità statutarie e per la copertura dei costi della realizzazione di iniziative; -Svolgere in via accessoria e strumentale al perseguimento dei fini istituzionali attività commerciale, nei limiti  delle leggi vigenti in materia. L’Associazione Teramo Heroes co.MIX and Games non ha fini di lucro, con obbligo di reinvestimento nell’attività  associativa di eventuali utili di gestione. L’associazione ha il divieto di distribuire anche in modo indiretto, utili o  avanzi di gestione (art.148 TUIR - comma 8 - lettera a) e art. 4 - comma 7 - lettera a) - DPR 633/72) nonché  fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano  imposte dalla legge. L’associazione ha durata illimitata.  ART. 2: Associati Il numero dei soci è illimitato. Può diventare socio chiunque si riconosca nel presente Statuto ed abbia, di norma,  compiuto il diciottesimo anno di età, indipendentemente dalla propria appartenenza politica e religiosa, sesso,  cittadinanza, appartenenza etnica e professione. I minori di anni diciotto possono assumere il titolo di socio solo previo consenso dei genitori e comunque non  godono del diritto di voto in Assemblea. Agli aspiranti soci sono richiesti l’accettazione e l’osservanza dello  Statuto e il rispetto della civile convivenza. È consentita l’adesione anche di forme associate analoghe, tramite richiesta sottoscritta dal legale rappresentante  delle medesime. Lo status di socio, una volta acquisito, ha carattere permanente, e può venir meno solo nei casi  previsti dal successivo art.3. Non sono pertanto ammesse iscrizioni che violino tale principio, introducendo  criteri di ammissione strumentale limitativi di diritti o a termine. Gli aspiranti soci devono presentare domanda al Consiglio Direttivo, reperibile sul sito internet  www.teramoheroes.com, menzionando il proprio nome, cognome, indirizzo, luogo e data di nascita unitamente  all’attestazione di accettare ed attenersi allo Statuto, al regolamento interno e alle deliberazioni degli organi  sociali. È compito del Consiglio Direttivo, ovvero di uno o più Consiglieri da esso espressamente delegati, esaminare ed  esprimersi, entro un massimo di 30 giorni dalla richiesta di adesione, in merito alle domande di ammissione,  verificando che gli aspiranti soci siano in possesso dei requisiti previsti. Qualora la domanda venga accolta,  anche contestualmente alla presentazione della stessa, la qualifica di socio diventerà effettiva e, previo  pagamento della quota sociale, al nuovo socio verrà consegnata la tessera sociale e il suo nominativo verrà  annotato nel libro dei soci. Nel caso in cui la domanda venga respinta, o ad essa non sia data risposta entro il  dovuto termine, l’interessato potrà presentare ricorso al Presidente. Sul ricorso si pronuncerà in via definitiva  l’Assemblea dei soci alla sua prima convocazione. I soci sono tenuti al pagamento di una quota associativa annua e di quote legate alle singole iniziative; hanno  diritto a ricevere all'atto dell'ammissione la tessera sociale di validità un anno solare senza riferimento alla data  di emissione della stessa, di usufruire di tutte le strutture, dei servizi, delle attività, delle prestazioni e  provvidenze attuate dall'Associazione, nonché di intervenire con diritto di voto nelle Assemblee. I soci sono tenuti al pagamento della quota annuale di associazione, stabilita dal Consiglio Direttivo, al rispetto  dello Statuto e del regolamento interno, all’osservanza delle delibere degli organi sociali ed al pagamento di  quote straordinarie ad integrazione del fondo sociale, nonché a mantenere irreprensibile condotta civile e  morale. Fra gli aderenti all’Associazione esiste parità di diritti e di doveri. La quota sociale rappresenta unicamente un versamento periodico vincolante a sostegno economico del sodalizio,  non costituisce pertanto in alcun modo titolo di proprietà o di partecipazione a proventi, non è in nessun caso  rimborsabile o restituibile in caso di recesso o di perdita della qualità di associato. Le quote dell’associazione  possono essere trasferite esclusivamente mortis causa (art.148 TUIR - comma 8 - lettera f) e art. 4 - comma 7 -  lettera f) - DPR 633/72). I contributi annuali al fondo comune sono determinati dal Consiglio Direttivo in base agli indirizzi espressi  dall’Assemblea.  La disciplina del rapporto associativo e le modalità associative volte a garantire l’effettività del rapporto  medesimo sono uniformi (art.148 TUIR - comma 8 - lettera c) e art. 4 -comma 7 - lettera c) - DPR 633/72) . E’  esclusa espressamente ogni limitazione in funzione della temporaneità della partecipazione alla vita associativa.  Gli associati maggiori di età hanno diritto di voto per l’approvazione e le modifiche dello Statuto e dei  regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell’Associazione, ogni associato ha un voto.   ART. 3: Cessazione di appartenenza all’ Associazione La qualifica di associato si perde: a) Per dimissioni presentate per iscritto; b) Per esclusione a causa di morosità qualora entro 3 mesi dall’inizio dell’anno non venga versata la quota  annuale;  c) Per esclusione pronunciata dal Consiglio Direttivo per gravi motivi o gravi infrazioni allo Statuto o al  Regolamento, previa contestazione all’interessato del fatto addebitatogli. Il provvedimento sarà comunicato con  lettera raccomandata all’interessato; d) Decesso ART. 4: Organi dell’Associazione Sono organi dell’Associazione Culturale Teramo Heroes co.MIX an Games: l’Assemblea generale, il Consiglio direttivo e il Presidente.  ART. 5: Assemblea Generale L’Assemblea generale è composta da tutti i soci. L’assemblea generale si riunisce, su convocazione del Presidente  da effettuarsi almeno 15 giorni prima, mediante comunicazione scritta ( posta ordinaria o e-mail ) e/o  pubblicazione sul sito internet www.teramoheroes.com. L’Assemblea viene convocata in seduta ordinaria almeno una volta all’anno entro il 30 aprile per la discussione e  approvazione del bilancio e del rendiconto dell’attività sociale presentata dal Consiglio Direttivo e in seduta  straordinaria ogni qualvolta che il Consiglio direttivo lo ritenga opportuno o ne facciano istanza i 3/5 degli  associati. L’Assemblea generale è competente a deliberare su : a) le modifiche dello statuto; b) la nomina dei membri del Consiglio Direttivo; c) l’approvazione del programma e del bilancio di previsione per l’anno successivo; d) l’approvazione del programma e del rendiconto economico e finanziario con la relazione dell’attività dell’anno  precedente. Art.6: Maggioranza e Modalità di Votazione Ogni convocazione dell’Assemblea deve prevedere una prima e una seconda convocazione. La prima convocazione  ha validità con la presenza del 50% + 1 dei soci. In seconda convocazione l'Assemblea è regolarmente costituita  qualunque sia il numero dei soci intervenuti, e delibera validamente a maggioranza assoluta dei presenti su tutte  le questioni poste all'ordine del giorno. Ogni socio maggiore d’età ha il diritto di elettorato attivo e passivo e può  esprimere un solo voto (art. 148 TUIR – comma 8 lettera e) e art. 4 – comma 7 – lettera e) – DPR 633/72) e non  è ammessa delega. In tutte le votazioni la maggioranza è espressa con il 50% + 1 dei voti validi. Per l’elezione del  Consiglio Direttivo tutti coloro che intendono candidarsi devono presentare istanza al Presidente che predisporrà  le operazioni di voto decidendo modi e termini della votazione stessa. Per quanto non previsto dal presente  documento si rinvia alle norme del Codice Civile. Per deliberare sulle modifiche da apportare allo Statuto o al regolamento, proposte dal Consiglio Direttivo o da  almeno un quinto dei soci, è indispensabile la presenza di almeno la metà dei soci con diritto di voto, ed il voto  favorevole di almeno tre quinti dei partecipanti. Per delibere riguardanti lo scioglimento o la liquidazione  dell’Associazione, valgono le norme di cui all’art.14. Art.7: Consiglio Direttivo Il Consiglio Direttivo è composto da minimo 4 fino ad un massimo di 6 membri eletti dall’Assemblea generale;  per l’elezione del Consiglio Direttivo tutti coloro che intendano candidarsi devono presentare istanza al  Presidente che predisporrà le operazioni di voto decidendo modi e termini della votazione stessa.  I membri al suo interno eleggono il Presidente e il Vice-Presidente; la durata dei sopracitati organi (Consiglio  Direttivo, Presidente e Vice Presidente) sarà illimitata nel tempo; in caso di dimissione, revoca, morte di uno dei  membri, i   superstiti provvederanno a nominare provvisoriamente un sostituto che rimarrà in carica sino alla  nomina di un nuovo membro da parte dell’Assemblea Generale che sarà indetta entro 2 mesi.  Il Consiglio Direttivo si riunisce di norma una volta al mese su convocazione del Presidente o del Vice Presidente  in sua vece, e, straordinariamente, quando ne facciano richiesta almeno tre Consiglieri. Le sedute sono valide  quando vi intervenga la maggioranza dei Consiglieri, e le delibere sono approvate a maggioranza assoluta di voti  dei presenti. Le votazioni normalmente sono palesi, possono essere a scrutinio segreto quando ciò sia richiesto  anche da un solo Consigliere.  La parità di voti comporta la reiezione della proposta. Delle deliberazioni viene redatto verbale a cura del Vicepresidente, che lo firma insieme al Presidente. Tale  verbale è conservato agli atti ed è a disposizione dei soci che richiedano di consultarlo; Art.8: Competenze del Consiglio Direttivo Il Consiglio Direttivo: a) Redige il bilancio e lo presenta all’Assemblea per l’approvazione; b) Redige e modifica i regolamenti interni; c) Fissa le quote sociali annuali; d) Fissa le date delle manifestazioni organizzate dall’associazione e ne cura lo svolgimento; e) Delibera gli atti e i contratti inerenti le attività sociali; f) Cura la gestione di tutti i beni mobili e immobili di proprietà dell’Associazione o ad essa affidati; g) Decide le modalità di partecipazione dell’Associazione alle attività organizzate da altre Associazioni ed Enti, e  viceversa, se compatibili con i principi ispiratori del presente Statuto; h) Adotta i provvedimenti disciplinari; i) Decide sulle domande di adesione all’Associazione; l) Eseguire le delibere dell’Assemblea;  In riferimento al precedente punto h), in seguito a comportamenti degli Associati non conformi all’etica  associazionistica, il Consiglio Direttivo ha la facoltà di intraprendere azione disciplinare nei confronti del socio,  mediante (a seconda dei casi) il richiamo scritto, la sospensione temporanea (max. 1 anno) o l’espulsione o  radiazione per i seguenti motivi:  - inosservanza delle disposizioni dello Statuto, di eventuali regolamenti o delle deliberazioni degli organi sociali; - denigrazione dell’Associazione, dei suoi organi sociali, dei suoi soci; - l’attentare in qualche modo al buon andamento dell’Associazione ostacolandone lo sviluppo e perseguendone lo  scioglimento; - il commettere o provocare gravi disordini durante le assemblee; - appropriazione indebita di fondi sociali, atti, documenti od altro di proprietà dell’Associazione; - l’arrecare in qualunque modo danni morali o materiali all’Associazione, ai locali, ai materiali ed alle  attrezzature di sua pertinenza. In caso di dolo, il danno dovrà essere risarcito.  In ogni caso, prima di procedere all’esclusione, devono essere contestati per iscritto al socio gli addebiti che allo  stesso vengono mossi, consentendogli facoltà di replica. Contro ogni provvedimento di sospensione, espulsione o  radiazione, è ammesso il ricorso inoltrato al Presidente entro trenta giorni, ricorso sul quale decide in via  definitiva la prima Assemblea dei soci.  Il Consiglio Direttivo può costituire comitati (organizzativi o tecnici/scientifici) inserendo al loro interno soci o  non soci con competenze utili al raggiungimento dello scopo sociale. I comitati hanno esclusivo ruolo di  consulenza e supporto all’attività del Consiglio Direttivo che è inoltre competente a pronunciarsi e a decidere su  tutte le questioni attinenti l’oggetto sociale non attribuite, dal presente Statuto, alla competenza dell’Assemblea  nonché su quelle espressamente demandategli dall’Assemblea.  Il Consiglio Direttivo può inoltre distribuire fra i suoi componenti altre funzioni, attinenti specifiche esigenze  legate alle attività associative o delegarle. Art.9: Presidente e Vice-presidente Il Presidente e il Vice-Presidente dell’Associazione sono eletti all’interno del Consiglio Direttivo. Il Presidente  dell’Associazione è altresì Presidente del Consiglio Direttivo e Presidente dell’Assemblea. Ha la rappresentanza  legale dell’Associazione, ha il potere di sottoscrivere gli atti o/e i provvedimenti dell’Associazione e di  intraprendere qualsiasi azione in nome e per conto dell’Associazione per il raggiungimento dei fini associativi.  Può delegare i propri poteri per singoli atti o gruppi omogenei di atti ad altri membri del Consiglio Direttivo. Può  adottare, in caso di urgenza, provvedimenti necessari, con l’obbligo di riferire al Consiglio Direttivo. Nomina  all’interno del Consiglio Direttivo il Segretario/Tesoriere. Il Vicepresidente, che coadiuva il Presidente nelle sue mansioni, lo sostituisce in caso di assenza o impedimento.  Redige i verbali delle sedute del Consiglio e delle Assemblee e li firma con il Presidente. Art.10: Segretario Tesoriere e consigliere Il Segretario/Tesoriere è nominato dal Presidente tra i membri del Consiglio Direttivo. Il Segretario/Tesoriere  svolge le seguenti funzioni: tiene aggiornata la contabilità, i registri contabili, il registro degli associati e redige,  insieme al Vice-presidente, i verbali delle riunioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo. Per tali incombenze  potrà avvalersi anche dell'ausilio di collaboratori esterni all'Associazione E’ Consigliere l’eletto nel Consiglio Direttivo senza specifiche cariche. Partecipa attivamente alla vita  organizzativa dell’Associazione e può essere delegato dal Consiglio Direttivo o dal Presidente per lo svolgimento  di alcune attività attinenti allo scopo sociale. ART. 11: Patrimonio e Bilancio Il patrimonio sociale dell’Associazione è indivisibile ed è costituito da: - beni mobili ed immobili che a qualsiasi titolo siano diventati di proprietà dell’Associazione; - contributi, erogazioni e lasciti diversi; - fondo di riserva.  L’Associazione trae le proprie risorse economiche per il funzionamento e per lo svolgimento delle proprie attività  da:  a) quote sociali annuali e/o mensili che i soci sono tenuti a versare; b) contributi da soci e da terzi; c) stanziamenti e contributi dello Stato, della Regione, di Enti locali o di altri Enti ed Istituzioni Pubbliche e/o  Private o di Organismi Internazionali; d) donazioni e lasciti testamentari; e) entrate derivanti da convenzioni o da cessione di beni o servizi ai soci o ai terzi; f) entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali o da iniziative promozionali.  Il rendiconto economico e finanziario (art.148 TUIR - comma 8 - lettera d) e art. 4 - comma 7 - lettera d) - DPR  633/72) comprende l’esercizio sociale dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno e deve essere presentato dal  Consiglio Direttivo all’Assemblea dei soci per l’approvazione, in sede di riunione ordinaria, entro il 30 aprile  dell’anno successivo. Ulteriore deroga può essere prevista in caso di comprovata necessità o impedimento.  Il rendiconto economico finanziario, oltre ad una sintetica descrizione della situazione economica e finanziaria  dell'Associazione, con separata indicazione delle attività istituzionali poste in essere da quelle commerciali e/o  produttive marginali, deve contenere una sintetica descrizione dei beni, contributi, lasciti ricevuti e del  patrimonio dell'Associazione. Il rendiconto economico-finanziario regolarmente approvato dall'Assemblea  ordinaria, oltre ad essere debitamente trascritto nel libro verbali delle Assemblee dei soci, sarà consultabile sul  sito internet www.teramoheroes.it durante i dieci giorni che seguono l'Assemblea. L’anno finanziario va dal 1  Gennaio al 31 Dicembre. Il residuo attivo risultante dal bilancio sarà devoluto a fondo a disposizione per iniziative di carattere culturale,  ricreativo, sportivo e per nuovi impianti e attrezzature. È fatto divieto distribuire anche in modo indiretto utili od  avanzi di bilancio nonché fondi, riserve o capitali durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la  distribuzione non siano imposte per legge. Art.12: Clausola Compromissoria Qualsivoglia controversia che insorga tra associato e associato o tra associazione e associato, sarà devoluta ad un  collegio arbitrale composto da tre membri dei quali due nominati uno ciascuno dalle parti e il terzo di comune  accordo dagli arbitri, in mancanza, dal Presidente del Tribunale di Teramo. Il collegio così composto giudicherà  secondo i principi dell’arbitrato irrituale. Art.13: Regolamento E’ facoltà del Consiglio Direttivo emanare un regolamento interno che regoli l’uso della sede associativa. Art.14: Scioglimento dell’Associazione La decisione motivata di scioglimento dell’Associazione deve essere presa da almeno i tre quarti dei soci aventi  diritto al voto, indipendentemente dalla convocazione. Il patrimonio residuo, dedotte le eventuali passività, sarà devoluto ad altra associazione con finalità analoga o ai  fini di pubblica utilità, (art. 148 TUIR - comma 8 - lettera b) e art. 4 - comma 7 - lettera b) - DPR 633/72) sentito  l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190 della L. n. 662 del 23 dicembre 1996 e salva diversa  disposizione imposta dalla legge.
© Associazione Culturale Teramo Heroes 2014 - TERAMO (TE) - C.F. & P.IVA 01915930679
Statuto
Statuto Statuto dell’Associazione Teramo Heroes co.MIX and Games

ART. 1: Scopi e Durata

È costituita, con sede in Teramo, un’Associazione di Promozione Socio-Culturale con il nome di Associazione Teramo Heroes co.MIX and Games. L’Associazione è un centro di vita associativa, autonomo, pluralista, apartitico, a carattere volontario, democratico e progressista. Non persegue finalità di lucro. L’associazione Teramo Heroes co.MIX and Games riunisce i cultori del fumetto, dell’illustrazione popolare, dei giochi da tavolo, dei videogiochi, del cinema di animazione, dello sport, della musica ed ogni forma d’arte, per promuovere iniziative di valorizzazione e sviluppo di questi mezzi espressivi. Per il raggiungimento delle finalità statutarie l’Associazione Teramo Heroes co.MIX and Games può: -Organizzare, produrre, allestire e rappresentare concerti, spettacoli e manifestazioni musicali, enogastronomiche, culturali, ricreative, cinematografiche, rassegne, mostre, festival, conferenze, concorsi, premi, saggi, musical ed ogni altra forma di spettacolo legato alla diffusione della cultura; -Organizzare e gestire circoli ricreativi, manifestazioni estive e invernali, operando per la promozione e la diffusione delle attività culturali predisponendo e organizzando mezzi e strutture per lo svolgimento di quest’ultime, la gestione e l’attivazione di corsi di educazione e insegnamento, laboratori didattici con finalità culturali, sportive, ricreative e del tempo libero; -Organizzare e promuovere convegni, congressi, tavole rotonde, fiere, meeting in campo culturale, artistico e sportivo; -Promuovere l’edizione e la diffusione di riviste, opuscoli e comunque ogni pubblicazione connessa all’attività culturale, artistica, sportiva, educativa e ricreativa; -Gestire strutture pubbliche e private come musei, sale espositive e spazi ricreativi; -Attivare iniziative musicali e culturali, anche in collaborazioni con altri Enti, Associazioni e/o Scuole, nella sfera dell'aggregazione sociale e del tempo libero, per la diffusione della cultura; -Ingaggiare, assumere e/o scritturare artisti, conferenzieri, esperti o altro personale specializzato estraneo all'Associazione per il compimento degli obiettivi statutari; -   Svolgere qualsiasi altra attività o servizio che si rivelasse utile a promuovere e a diffondere la conoscenza della cultura nonché tutte quelle operazioni demandate all’Associazione in virtù di regolamenti e disposizioni delle competenti autorità e degli organi dell’Associazione stessa; Per svolgere la sua attività l’Associazione Teramo Heroes co.MIX and Games può: -Stipulare ogni opportuno atto o contratto, anche per il finanziamento delle operazioni deliberate, tra cui, senza l’esclusione di altri, l’assunzione di finanziamenti e mutui, a breve o a lungo termine, la locazione, l’assunzione in convenzione o comodato o l’acquisto, in proprietà o in diritto di superficie, di immobili, la stipula di convenzioni di qualsiasi genere anche trascrivibili nei pubblici registri, con Enti Pubblici o Privati, che siano considerate opportune ed utili per il raggiungimento degli scopi dell’Associazione; -Amministrare e gestire i beni di cui sia proprietaria, conduttrice, comodataria o comunque posseduti, anche predisponendo ed approvando progetti e lavori di consolidamento e manutenzione straordinaria; -Stipulare convenzioni e contratti per l’affidamento in gestione di parte delle attività; -Partecipare e aderire ad associazioni, enti ed istituzioni, pubbliche e private, italiane ed estere, la cui attività sia rivolta, direttamente o indirettamente al perseguimento di scopi analoghi a quelli dell’Associazione medesima; -Richiedere finanziamenti, accettare sponsorizzazioni e ricorrere ad abbinamenti pubblicitari per il sostegno finanziario delle finalità statutarie e per la copertura dei costi della realizzazione di iniziative; -Svolgere in via accessoria e strumentale al perseguimento dei fini istituzionali attività commerciale, nei limiti delle leggi vigenti in materia. L’Associazione Teramo Heroes co.MIX and Games non ha fini di lucro, con obbligo di reinvestimento nell’attività associativa di eventuali utili di gestione. L’associazione ha il divieto di distribuire anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione (art.148 TUIR - comma 8 - lettera a) e art. 4 - comma 7 - lettera a) - DPR 633/72) nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge. L’associazione ha durata illimitata.

ART. 2: Associati

Il numero dei soci è illimitato. Può diventare socio chiunque si riconosca nel presente Statuto ed abbia, di norma, compiuto il diciottesimo anno di età, indipendentemente dalla propria appartenenza politica e religiosa, sesso, cittadinanza, appartenenza etnica e professione. I minori di anni diciotto possono assumere il titolo di socio solo previo consenso dei genitori e comunque non godono del diritto di voto in Assemblea. Agli aspiranti soci sono richiesti l’accettazione e l’osservanza dello Statuto e il rispetto della civile convivenza. È consentita l’adesione anche di forme associate analoghe, tramite richiesta sottoscritta dal legale rappresentante delle medesime. Lo status di socio, una volta acquisito, ha carattere permanente, e può venir meno solo nei casi previsti dal successivo art.3. Non sono pertanto ammesse iscrizioni che violino tale principio, introducendo criteri di ammissione strumentale limitativi di diritti o a termine. Gli aspiranti soci devono presentare domanda al Consiglio Direttivo, reperibile sul sito internet www.teramoheroes.com, menzionando il proprio nome, cognome, indirizzo, luogo e data di nascita unitamente all’attestazione di accettare ed attenersi allo Statuto, al regolamento interno e alle deliberazioni degli organi sociali. È compito del Consiglio Direttivo, ovvero di uno o più Consiglieri da esso espressamente delegati, esaminare ed esprimersi, entro un massimo di 30 giorni dalla richiesta di adesione, in merito alle domande di ammissione, verificando che gli aspiranti soci siano in possesso dei requisiti previsti. Qualora la domanda venga accolta, anche contestualmente alla presentazione della stessa, la qualifica di socio diventerà effettiva e, previo pagamento della quota sociale, al nuovo socio verrà consegnata la tessera sociale e il suo nominativo verrà annotato nel libro dei soci. Nel caso in cui la domanda venga respinta, o ad essa non sia data risposta entro il dovuto termine, l’interessato potrà presentare ricorso al Presidente. Sul ricorso si pronuncerà in via definitiva l’Assemblea dei soci alla sua prima convocazione. I soci sono tenuti al pagamento di una quota associativa annua e di quote legate alle singole iniziative; hanno diritto a ricevere all'atto dell'ammissione la tessera sociale di validità un anno solare senza riferimento alla data di emissione della stessa, di usufruire di tutte le strutture, dei servizi, delle attività, delle prestazioni e provvidenze attuate dall'Associazione, nonché di intervenire con diritto di voto nelle Assemblee. I soci sono tenuti al pagamento della quota annuale di associazione, stabilita dal Consiglio Direttivo, al rispetto dello Statuto e del regolamento interno, all’osservanza delle delibere degli organi sociali ed al pagamento di quote straordinarie ad integrazione del fondo sociale, nonché a mantenere irreprensibile condotta civile e morale. Fra gli aderenti all’Associazione esiste parità di diritti e di doveri. La quota sociale rappresenta unicamente un versamento periodico vincolante a sostegno economico del sodalizio, non costituisce pertanto in alcun modo titolo di proprietà o di partecipazione a proventi, non è in nessun caso rimborsabile o restituibile in caso di recesso o di perdita della qualità di associato.   Le quote dell’associazione possono essere trasferite esclusivamente mortis causa (art.148 TUIR - comma 8 - lettera f) e art. 4 - comma 7 - lettera f) - DPR 633/72). I contributi annuali al fondo comune sono determinati dal Consiglio Direttivo in base agli indirizzi espressi dall’Assemblea. La disciplina del rapporto associativo e le modalità associative volte a garantire l’effettività del rapporto medesimo sono uniformi (art.148 TUIR - comma 8 - lettera c) e art. 4 -comma 7 - lettera c) - DPR 633/72) . E’ esclusa espressamente ogni limitazione in funzione della temporaneità della partecipazione alla vita associativa. Gli associati maggiori di età hanno diritto di voto per l’approvazione e le modifiche dello Statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell’Associazione, ogni associato ha un voto.

ART. 3: Cessazione di appartenenza all’ Associazione

La qualifica di associato si perde: a) Per dimissioni presentate per iscritto; b) Per esclusione a causa di morosità qualora entro 3 mesi dall’inizio dell’anno non venga versata la quota annuale; c) Per esclusione pronunciata dal Consiglio Direttivo per gravi motivi o gravi infrazioni allo Statuto o al Regolamento, previa contestazione all’interessato del fatto addebitatogli. Il provvedimento sarà comunicato con lettera raccomandata all’interessato; d) Decesso

ART. 4: Organi dell’Associazione

Sono organi dell’Associazione Culturale Teramo Heroes co.MIX an Games: l’Assemblea generale, il Consiglio direttivo e il Presidente .  

ART. 5: Assemblea Generale

L’Assemblea generale è composta da tutti i soci. L’assemblea generale si riunisce, su convocazione del Presidente da effettuarsi almeno 15 giorni prima, mediante comunicazione scritta ( posta ordinaria o e-mail ) e/o pubblicazione sul sito internet www.teramoheroes.com. L’Assemblea viene convocata in seduta ordinaria almeno una volta all’anno entro il 30 aprile per la discussione e approvazione del bilancio e del rendiconto dell’attività sociale presentata dal Consiglio Direttivo e in seduta straordinaria ogni qualvolta che il Consiglio direttivo lo ritenga opportuno o ne facciano istanza i 3/5 degli associati. L’Assemblea generale è competente a deliberare su : a) le modifiche dello statuto; b) la nomina dei membri del Consiglio Direttivo; c) l’approvazione del programma e del bilancio di previsione per l’anno successivo; d) l’approvazione del programma e del rendiconto economico e finanziario con la relazione dell’attività dell’anno precedente.

Art.6: Maggioranza e Modalità di Votazione

Ogni convocazione dell’Assemblea deve prevedere una prima e una seconda convocazione. La prima convocazione ha validità con la presenza del 50% + 1 dei soci. In seconda convocazione l'Assemblea è regolarmente costituita qualunque sia il numero dei soci intervenuti, e delibera validamente a maggioranza assoluta dei presenti su tutte le questioni poste all'ordine del giorno. Ogni socio maggiore d’età ha il diritto di elettorato attivo e passivo e può esprimere un solo voto (art. 148 TUIR – comma 8 lettera e) e art. 4 – comma 7 – lettera e) – DPR 633/72) e non è ammessa delega. In tutte le votazioni la maggioranza è espressa con il 50% + 1 dei voti validi. Per l’elezione del Consiglio Direttivo tutti coloro che intendono candidarsi devono presentare istanza al Presidente che predisporrà le operazioni di voto decidendo modi e termini della votazione stessa. Per quanto non previsto dal presente documento si rinvia alle norme del Codice Civile. Per deliberare sulle modifiche da apportare allo Statuto o al regolamento, proposte dal Consiglio Direttivo o da almeno un quinto dei soci, è indispensabile la presenza di almeno la metà dei soci con diritto di voto, ed il voto favorevole di almeno tre quinti dei partecipanti. Per delibere riguardanti lo scioglimento o la liquidazione dell’Associazione, valgono le norme di cui all’art.14. Art.7: Consiglio Direttivo Il Consiglio Direttivo è composto da minimo 4 fino ad un massimo di 6 membri eletti dall’Assemblea generale; per l’elezione del Consiglio Direttivo tutti coloro che intendano candidarsi devono presentare istanza al Presidente che predisporrà le operazioni di voto decidendo modi e termini della votazione stessa. I membri al suo interno eleggono il Presidente e il Vice-Presidente; la durata dei sopracitati organi (Consiglio Direttivo, Presidente e Vice Presidente) sarà illimitata nel tempo; in caso di dimissione, revoca, morte di uno dei membri, i   superstiti provvederanno a nominare provvisoriamente un sostituto che rimarrà in carica sino alla nomina di un nuovo membro da parte dell’Assemblea Generale che sarà indetta entro 2 mesi. Il Consiglio Direttivo si riunisce di norma una volta al mese su convocazione del Presidente o del Vice Presidente in sua vece, e, straordinariamente, quando ne facciano richiesta almeno tre Consiglieri. Le sedute sono valide quando vi intervenga la maggioranza dei Consiglieri, e le delibere sono approvate a maggioranza assoluta di voti dei presenti. Le votazioni normalmente sono palesi, possono essere a scrutinio segreto quando ciò sia richiesto anche da un solo Consigliere. La parità di voti comporta la reiezione della proposta. Delle deliberazioni viene redatto verbale a cura del Vicepresidente, che lo firma insieme al Presidente. Tale verbale è conservato agli atti ed è a disposizione dei soci che richiedano di consultarlo;

Art.8: Competenze del Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo: a) Redige il bilancio e lo presenta all’Assemblea per l’approvazione; b) Redige e modifica i regolamenti interni; c) Fissa le quote sociali annuali; d) Fissa le date delle manifestazioni organizzate dall’associazione e ne cura lo svolgimento; e) Delibera gli atti e i contratti inerenti le attività sociali; f) Cura la gestione di tutti i beni mobili e immobili di proprietà dell’Associazione o ad essa affidati; g) Decide le modalità di partecipazione dell’Associazione alle attività organizzate da altre Associazioni ed Enti, e viceversa, se compatibili con i principi ispiratori del presente Statuto; h) Adotta i provvedimenti disciplinari; i) Decide sulle domande di adesione all’Associazione; l) Eseguire le delibere dell’Assemblea; In riferimento al precedente punto h), in seguito a comportamenti degli Associati non conformi all’etica associazionistica, il Consiglio Direttivo ha la facoltà di intraprendere azione disciplinare nei confronti del socio, mediante (a seconda dei casi) il richiamo scritto, la sospensione temporanea (max. 1 anno) o l’espulsione o radiazione per i seguenti motivi: - inosservanza delle disposizioni dello Statuto, di eventuali regolamenti o delle deliberazioni degli organi sociali; - denigrazione dell’Associazione, dei suoi organi sociali, dei suoi soci; - l’attentare in qualche modo al buon andamento dell’Associazione ostacolandone lo sviluppo e perseguendone lo scioglimento; - il commettere o provocare gravi disordini durante le assemblee; - appropriazione indebita di fondi sociali, atti, documenti od altro di proprietà dell’Associazione; - l’arrecare in qualunque modo danni morali o materiali all’Associazione, ai locali, ai materiali ed alle attrezzature di sua pertinenza. In caso di dolo, il danno dovrà essere risarcito. In ogni caso, prima di procedere all’esclusione, devono essere contestati per iscritto al socio gli addebiti che allo stesso vengono mossi, consentendogli facoltà di replica. Contro ogni provvedimento di sospensione, espulsione o radiazione, è ammesso il ricorso inoltrato al Presidente entro trenta giorni, ricorso sul quale decide in via definitiva la prima Assemblea dei soci. Il Consiglio Direttivo può costituire comitati (organizzativi o tecnici/scientifici) inserendo al loro interno soci o non soci con competenze utili al raggiungimento dello scopo sociale. I comitati hanno esclusivo ruolo di consulenza e supporto all’attività del Consiglio Direttivo che è inoltre competente a pronunciarsi e a decidere su tutte le questioni attinenti l’oggetto sociale non attribuite, dal presente Statuto, alla competenza dell’Assemblea nonché su quelle espressamente demandategli dall’Assemblea. Il Consiglio Direttivo può inoltre distribuire fra i suoi componenti altre funzioni, attinenti specifiche esigenze legate alle attività associative o delegarle.

Art.9: Presidente e Vice-presidente

Il Presidente e il Vice-Presidente dell’Associazione sono eletti all’interno del Consiglio Direttivo. Il Presidente dell’Associazione è altresì Presidente del Consiglio Direttivo e Presidente dell’Assemblea. Ha la rappresentanza legale dell’Associazione, ha il potere di sottoscrivere gli atti o/e i provvedimenti dell’Associazione e di intraprendere qualsiasi azione in nome e per conto dell’Associazione per il raggiungimento dei fini associativi. Può delegare i propri poteri per singoli atti o gruppi omogenei di atti ad altri membri del Consiglio Direttivo. Può adottare, in caso di urgenza, provvedimenti necessari, con l’obbligo di riferire al Consiglio Direttivo. Nomina all’interno del Consiglio Direttivo il Segretario/Tesoriere. Il Vicepresidente, che coadiuva il Presidente nelle sue mansioni, lo sostituisce in caso di assenza o impedimento. Redige i verbali delle sedute del Consiglio e delle Assemblee e li firma con il Presidente.

Art.10: Segretario Tesoriere e consigliere

Il Segretario/Tesoriere è nominato dal Presidente tra i membri del Consiglio Direttivo. Il Segretario/Tesoriere svolge le seguenti funzioni: tiene aggiornata la contabilità, i registri contabili, il registro degli associati e redige, insieme al Vice-presidente, i verbali delle riunioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo. Per tali incombenze potrà avvalersi anche dell'ausilio di collaboratori esterni all'Associazione E’ Consigliere l’eletto nel Consiglio Direttivo senza specifiche cariche. Partecipa attivamente alla vita organizzativa dell’Associazione e può essere delegato dal Consiglio Direttivo o dal Presidente per lo svolgimento di alcune attività attinenti allo scopo sociale.

ART. 11: Patrimonio e Bilancio

Il patrimonio sociale dell’Associazione è indivisibile ed è costituito da: - beni mobili ed immobili che a qualsiasi titolo siano diventati di proprietà dell’Associazione; - contributi, erogazioni e lasciti diversi; - fondo di riserva. L’Associazione trae le proprie risorse economiche per il funzionamento e per lo svolgimento delle proprie attività da: a) quote sociali annuali e/o mensili che i soci sono tenuti a versare; b) contributi da soci e da terzi; c) stanziamenti e contributi dello Stato, della Regione, di Enti locali o di altri Enti ed Istituzioni Pubbliche e/o Private o di Organismi Internazionali; d) donazioni e lasciti testamentari; e) entrate derivanti da convenzioni o da cessione di beni o servizi ai soci o ai terzi; f) entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali o da iniziative promozionali. Il rendiconto economico e finanziario (art.148 TUIR - comma 8 - lettera d) e art. 4 - comma 7 - lettera d) - DPR 633/72) comprende l’esercizio sociale dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno e deve essere presentato dal Consiglio Direttivo all’Assemblea dei soci per l’approvazione, in sede di riunione ordinaria, entro il 30 aprile dell’anno successivo. Ulteriore deroga può essere prevista in caso di comprovata necessità o impedimento. Il rendiconto economico finanziario, oltre ad una sintetica descrizione della situazione economica e finanziaria dell'Associazione, con separata indicazione delle attività istituzionali poste in essere da quelle commerciali e/o produttive marginali, deve contenere una sintetica descrizione dei beni, contributi, lasciti ricevuti e del patrimonio dell'Associazione. Il rendiconto economico-finanziario regolarmente approvato dall'Assemblea ordinaria, oltre ad essere debitamente trascritto nel libro verbali delle Assemblee dei soci, sarà consultabile sul sito internet www.teramoheroes.it  durante i dieci giorni che seguono l'Assemblea. L’anno finanziario va dal 1 Gennaio al 31 Dicembre. Il residuo attivo risultante dal bilancio sarà devoluto a fondo a disposizione per iniziative di carattere culturale, ricreativo, sportivo e per nuovi impianti e attrezzature. È fatto divieto distribuire anche in modo indiretto utili od avanzi di bilancio nonché fondi, riserve o capitali durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.

Art.12: Clausola Compromissoria

Qualsivoglia controversia che insorga tra associato e associato o tra associazione e associato, sarà devoluta ad un collegio arbitrale composto da tre membri dei quali due nominati uno ciascuno dalle parti e il terzo di comune accordo dagli arbitri, in mancanza, dal Presidente del Tribunale di Teramo. Il collegio così composto giudicherà secondo i principi dell’arbitrato irrituale.

Art.13: Regolamento

E’ facoltà del Consiglio Direttivo emanare un regolamento interno che regoli l’uso della sede associativa.

Art.14: Scioglimento dell’Associazione

La decisione motivata di scioglimento dell’Associazione deve essere presa da almeno i tre quarti dei soci aventi diritto al voto, indipendentemente dalla convocazione. Il patrimonio residuo, dedotte le eventuali passività, sarà devoluto ad altra associazione con finalità analoga o ai fini di pubblica utilità, (art. 148 TUIR - comma 8 - lettera b) e art. 4 - comma 7 - lettera b) - DPR 633/72) sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190 della L. n. 662 del 23 dicembre 1996 e salva diversa disposizione imposta dalla legge.